28Lug

Golden Goose Running 2015

james goodman archives terre celtiche

A guardarle dal basso, mentre si lanciano in acqua da 21 metri, qualcuno penserà che siano completamente matte. Tutt’altro: le ragazze della Cliff Diving World Series, la tournée internazionale di tuffi delle grandi altezze organizzata da Red Bull, sono atlete con un cervello ben funzionante, sopratutto prima di saltare giù dal trampolino. Dall’esperta Ginger Huber, classe 1974 e ancora in grande forma, alla sorridente Adriana Jimenez, beniamina del pubblico, dalla prodigiosa Rhiannan Iffland, bi campionessa in carica e vincitrice anche nel weekend alle Azzorre, all’acrobata Lysanne Richard, mamma di tre figli: tutte molto diverse tra loro, ma unite dalla convinzione che nella vita prima o poi bisogna tuffarsi..

Ma c’è pure il groove: in pista il brano spinge forte, l’ho già provato qualche volta”, racconta Danilo Seclì. Il testo è tranquillo, ma la parola “Push”, che in inglese vuol dire letteralmente spingere, può avere mille diversi significati. Il brano esce dopo una divertente campagna social in cui Danilo ha incoraggiato chi lo segue su Instagram a mandargli una immagine con su scritto Push! In pochi giorni ha ricevuto circa 400 foto, ovviamente subito ripubblicate da Danilo nelle sue Instagram Stories.

Il sistema bibliotecario di New York, cuore pulsante della vita culturale cittadina, è un apparato complesso, costituito da novantadue sedi. Sostenuto grazie a una gestione mista di fondi pubblici e privati, è nato per garantire a tutti i cittadini accesso gratuito alle proprie raccolte. questo l’ultimo mondo scandagliato, nei suoi diversi aspetti e ordini di significato, da Ex Libris, l’ultimo film del documentarista statunitense Frederick Wiseman (classe 1930), con all’attivo oltre quaranta titoli a partire dalla fine degli anni Sessanta, con il metodo e il ritmo che (purtroppo solo) il pubblico dei festival europei ha imparato a riconoscere negli ultimi quindici anni.

Durante un ritrovo di ex compagni di scuola, lo scrittore Nathan Zuckerman incontra il vecchio amico Jerry Levov, che gli racconta la storia di suo fratello Seymour, detto “lo Svedese”, idolo sportivo del giovane Zuckerman. Matricola sensibile e curiosa, incontra Lucien Carr, uno studente ‘benestante’ di stordente bellezza. Colpito dal singolare e rivoluzionario pensiero di Allen, Lucien lo conduce nel cuore della notte a Manhattan e nella casa di David Kammerer, ‘bidello’ col talento della scrittura.

Infatti, dovrebbero essere ulteriori studi e RCT che confrontino numericamente l’ efficacia dei vari interventi infermieristici per la gestione del lutto nei familiari, che utilizzino campioni e misure di outcome più omogenee. Revisione della letteratura conferma sicuramente che accostarsi ai vissuti emozionali dei familiari di prima assistite e poi decedute non è facile, tuttavia creare un setting per gestire le prime fasi del lutto, lo staff è motivato, non è impossibile. Un approccio più “umano” da parte dei sanitari è sempre molto dai familiari.

Lascia un commento